Candidati su commissione

Mi domando da tempo quale sia la ragione di esistere del Coordinamento UniTo. Da otto anni una parte di noi dedica non poco tempo a discutere, a informarsi e a cercare di informare, a lavorare negli organi di Ateneo, a combattere battaglie per la trasparenza, per avere decisioni discusse e condivise, per evitare che vengano intraprese strade dannose per la collettività (e magari convenienti solo per alcuni). Anche quando abbiamo perso, sempre però abbiamo potuto misurare l’appoggio di molti colleghi e studenti, e abbiamo indiscutibilmente costretto il governo dell’Ateneo a fermarsi per discutere, giustificare, raccontare ciò che stava accadendo. Continua a leggere

Annunci

Elezioni: i candidati del Coordinamento Ricercatori Non Strutturati per le commissioni del Senato

Ecco le candidature dei nostri amici e compagni precari del Coordinamento Ricercatori Non Strutturati. Sono gli unici che hanno già dato abbondante prova del loro impegno a favore di un’università inclusiva e democratica, senza essere succubi dei soliti noti: diffidate delle imitazioni dell’ultimo minuto!

COMMISSIONE DIDATTICA:

Angela Ambrosino (Dipartimento di Economia e Statistica “Cognetti de Martiis”=

Magda Bolzoni (Dipartimento di Culture, Politica e Società)

Irene Steinberg (Dipartimento di Scienze Chirurgiche) Continua a leggere

Elezioni: i nostri rappresentanti per il Comitato che seleziona la rosa dei candidati al Consiglio di Amministrazione

I ricercatori del Coordinamento UniTo che si candidano per il Comitato di Selezione sono:

Marco Scavino (RTI, Studi Storici)

Aurelia Martelli (RTI, StudiUm)

Joselle Dagnes (RTDa, Culture Politica e Società)

Daniele Radicioni (RTI, Informatica)

Elezioni: i nostri candidati per le Commissioni del Senato Accademico

Ecco i candidati del Coordinamento UniTo per le commissioni del Senato Accademico:

COMMISSIONE DIDATTICA:

Aurelia Martelli (RTI, StudiUm, rappresentante nella stessa commissione nel mandato 2015-18)

Silvia Gattino (RTI, Psicologia, rappresentante nella stessa commissione nel mandato 2015-18)

Daniele Mancardi (RTI, Scienze Cliniche e Biologiche, new entry!)

Angelo Besana (RTI, Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio: disponibile a subentrare in caso di dimissioni o avanzamenti) Continua a leggere

Investi anche tu in BOP! I nuovi Buoni Ordinari Pasto ti offrono rendimenti straordinari!

The story: se credevi che I buoni pasto fossero un benefit, hai sbagliato tutto: sono un prestito al consumo che ripaghi a un tasso di interesse di circa il 37%

Car* Colleg*,

come da oggetto, volevo segnalarti questa interessantissima opportunità di investimento.
Funziona così:

Continua a leggere

A che punto è la notte

Sono ormai passati mesi da quando l’Università ha accettato di mettere in discussione l’attuale sistema di appalti per i servizi esternalizzati e di sondare la fattibilità e l’opportunità di seguire nuove strade, soprattutto alla luce delle nuove disposizioni che regolano gli appalti negli enti pubblici.
Sull’argomento si sono affaccendate ben due commissioni, delle quali la seconda attende ancora di poter relazionare le proprie conclusioni al cda.
Da parte nostra, in più di un’occasione abbiamo ricordato all’amministrazione, fino ai limiti dell’indelicatezza, che tale decisione avrebbe dovuto essere presa entro limiti di tempo ben definiti.
Malgrado queste premesse, però, nulla è ancora accaduto o quantomeno nulla è ancora stato comunicato formalmente. Perché non ascoltare le conclusioni della commissione ed aprire una fase di dibattito politico? Perché lasciare nell’incertezza non solo i lavoratori, ma anche le strutture presso le quali lavorano? Continua a leggere

L’opaca trasparenza di UniTo

Non ci sono più le mezze stagioni

 È iniziata in queste settimane un lunga stagione di elezioni a UniTo. Prima i direttori dei Dipartimenti, poi i senatori e i membri delle Commissioni (compresa quella di selezione per il futuro CdA) mentre dopo l’estate si aprirà la campagna per il nuovo Rettore. Pensiamo che sia il momento, quindi, di fare qualche riflessione sulla politica e sulle scelte che in questi anni sono state fatte in Ateneo, in buona parte opposte agli impegni e alle promesse via via snocciolate, e rivolte soprattutto all’obiettivo di acquistare facile consenso.

Il sentimento più diffuso e registrato in Ateneo nelle varie componenti, indipendentemente dai singoli interessi e benefici, è la delusione per un’amministrazione che si è guardata bene dal  rispettare e sostenere i dieci punti che, come Coordinamento, avevamo chiesto di seguire e che, nei dibattiti elettorali, al contrario, tutti i candidati avevano entusiasticamente sposato, sebbene con declinazioni e sfumature diverse. Continua a leggere