Archivi categoria: Senato Accademico

Le elezioni universitarie sulla stampa locale

Vi segnaliamo un articolo apparso sull’edizione locale del Corriere della Sera a proposito delle elezioni euniversitarie appena tenutesi…  buona lettura!

Annunci

Risultati delle elezioni per i rappresentanti dei ricercatori nelle Commissioni Istruttorie del SA e nel Comitato di Selezione

Perdonate la scarsa qualità delle immagini!

Commissione Organico

Commissione Ricerca

Continua a leggere

Candidati su commissione

Mi domando da tempo quale sia la ragione di esistere del Coordinamento UniTo. Da otto anni una parte di noi dedica non poco tempo a discutere, a informarsi e a cercare di informare, a lavorare negli organi di Ateneo, a combattere battaglie per la trasparenza, per avere decisioni discusse e condivise, per evitare che vengano intraprese strade dannose per la collettività (e magari convenienti solo per alcuni). Anche quando abbiamo perso, sempre però abbiamo potuto misurare l’appoggio di molti colleghi e studenti, e abbiamo indiscutibilmente costretto il governo dell’Ateneo a fermarsi per discutere, giustificare, raccontare ciò che stava accadendo. Continua a leggere

Elezioni: i candidati del Coordinamento Ricercatori Non Strutturati per le commissioni del Senato

Ecco le candidature dei nostri amici e compagni precari del Coordinamento Ricercatori Non Strutturati. Sono gli unici che hanno già dato abbondante prova del loro impegno a favore di un’università inclusiva e democratica, senza essere succubi dei soliti noti: diffidate delle imitazioni dell’ultimo minuto!

COMMISSIONE DIDATTICA:

Angela Ambrosino (Dipartimento di Economia e Statistica “Cognetti de Martiis”=

Magda Bolzoni (Dipartimento di Culture, Politica e Società)

Irene Steinberg (Dipartimento di Scienze Chirurgiche) Continua a leggere

Elezioni: i nostri candidati per le Commissioni del Senato Accademico

Ecco i candidati del Coordinamento UniTo per le commissioni del Senato Accademico:

COMMISSIONE DIDATTICA:

Aurelia Martelli (RTI, StudiUm, rappresentante nella stessa commissione nel mandato 2015-18)

Silvia Gattino (RTI, Psicologia, rappresentante nella stessa commissione nel mandato 2015-18)

Daniele Mancardi (RTI, Scienze Cliniche e Biologiche, new entry!)

Angelo Besana (RTI, Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio: disponibile a subentrare in caso di dimissioni o avanzamenti) Continua a leggere

Ogni tanto una gioia

Alla fine, in questa calda mattina di fine aprile è arrivato uno spiraglio di luce per le ricercatrici e i ricercatori precari dell’Università di Torino.

Infatti, dopo una settimana di intensa mobilitazione da parte delle componenti precarie dell’Ateneo e dei loro solidali, il Rettore Ajani, durante la Commissione Organico straordinaria convocata per la mattinata di oggi subito prima della seduta del Senato Accademico, ha comunicato la decisione di ritirare in toto la proposta relativa al “piano straordinario per ordinari” che la cabina di regia rettorale aveva elaborato. Una proposta che era stata fortemente contestata:  nata a seguito dello stanziamento di un fondo straordinario per ricercatori da parte del governo, avrebbe previsto (se approvata) Continua a leggere

La crepa nella muraglia e il gioco delle parti

Diciamo subito che quella di martedì 17 aprile, in cui si sono tenute le riunioni delle commissioni del Senato Accademico, è stata una “giornata molto particolare” per l’ateneo: a differenza del solito, si è manifestato piuttosto chiaramente e concretamente uno scontento da parte di una fetta importante del Senato Accademico nei confronti delle politiche della Cabina di Regia rettorale, un fatto decisamente inusitato che vale la pena raccontare e capire. E per capire cosa è successo, bisogna partire da un dato: la prassi abituale dei senatori presenti nelle commissioni è di approvare tutto rapidamente e all’unanimità. A parte rari casi, e spesso su questioni di poca importanza, quello che entra nel promemoria viene copincollato nel verbale così com’è.

Ma che la giornata di martedì sia diversa si capisce già con Continua a leggere