Cosa vi hanno fatto i fuori corso?

Maledetti fuoricorso

Il nostro Ateneo, in perfetta continuità con i più imbarazzanti opinion-makers che scrivono sui giornali nazionali, dichiara che i fuori corso penalizzano la valutazione di Unito e rappresentano un costo eccessivo: seimila euro l’uno ogni anno! Un dato del tutto ideologico, basato su originali approssimazioni per eccesso del costo medio totale per studente in corso, definito secondo parametri ministeriali che tengono in conto oltre alle spese relative alla didattica, anche i costi delle strutture dell’amministrazione. UniTo arriva quindi a sostenere che uno studente in meno garantirebbe un risparmio di seimila euro. I costi fissi, questi sconosciuti!

Stando a questa logica quanto meno traballante dovremmo “fare pulizia”, liberandoci dei fuori corso. Come? Alzando loro le tasse universitarie, possibilmente in misura maggiore rispetto al rincaro prospettato per gli studenti in corso.

Ad un’analisi più attenta gli studenti fuori corso – in buona parte lavoratori – usufruiscono meno dei servizi continuando a pagare regolarmente le tasse e più spesso, secondo una tendenza a non presentare la dichiarazione isee oltre un certo anno fuori corso, vengono inseriti in fascia massima (circa il 10% in più rispetto agli studenti in corso). Insomma tutta manna dal cielo. Inoltre il decreto di ripartizione del fondo di finanziamento ordinario del Ministero 2015 appena uscito (disponibile qui) non prevede alcuna penalizzazione per quegli Atenei che hanno studenti fuori corso.

E allora perché prendersela con loro, quando al nostro Ateneo versano diciassette milioni di euro annui diventando, di fatto, soci sostenitori del sistema educativo pubblico? Perché considerarli un peso e auspicarne l’espulsione? Se esiste davvero un problema fuoricorso esso riguarda solo ed esclusivamente lo studente, costretto a pagare oltre la normale durata del suo percorso di studi. Meglio sarebbe garantire un efficace sistema di orientamento e tutorato, anziché avviare una campagna discriminatoria nei loro confronti.

SI – Studenti Indipendenti
Coordinamento UniTo

Annunci

Messo il tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: