Le due proposte a confronto

Per rendere più semplice il confronto, ecco in sintesi i punti qualificanti delle due proposte ora sottoposte a consultazione tra i professori e i ricercatori.

 

Proposta A

(approvata dalla Commissione organico

del Senato accademico)

Proposta B

(presentata dal Rettore)

Articolo 1

Le risorse sono ripartite per ogni anno e per ogni fascia, in proporzione alla consistenza numerica, sulla base dei seguenti pesi: 1 per i professori ordinari, 1,4 per i professori associati, 2 per i ricercatori e gli assistenti ordinari.

Per tutti e tre gli anni l’incentivo è riconosciuto al massimo al 50% dei candidati per ogni fascia. Per l’anno 2011 l’incentivo è riconosciuto al massimo al 50% dei candidati per ogni fascia, mentre per il 2012 e il 2013 questo limite è elevato al 60%.

Articolo 2

I candidati delle tre fasce devono presentare una relazione sulle attività didattiche, scientifiche e gestionali svolte nei diversi trienni (il periodo di riferimento cambia a seconda dell’anno per cui si chiede il reintegro dello scatto).

I candidati delle tre fasce devono- indicare fino a 5 prodotti di ricerca relativi al triennio di riferimento; nel caso di presentazione di più di 3 prodotti, se un prodotto di ricerca con più autori risulta scelto da più di un soggetto verrà applicata al prodotto una decurtazione di 0,20 punti;– elencare gli incarichi di responsabilità assunti all’interno di progetti di ricerca internazionali e nazionali;- elencare gli incarichi gestionali e organizzativi in Ateneo;- indicare le attività didattiche svolte.

 

 I candidati delle tre fasce devono- indicare fino a 4 prodotti di ricerca relativi al triennio di riferimento;- elencare gli incarichi di responsabilità assunti all’interno di progetti di ricerca internazionali e nazionali;

– elencare gli incarichi gestionali e organizzativi in Ateneo;

I soli ordinari e associati devono indicare anche le attività didattiche svolte.

Articolo 3

Sono costituite tre commissioni di cinque componenti per ciascuno degli anni 2011, 2012 e 2013, una per ogni ruolo e fascia.

Articolo 4

La valutazione si svolge in due fasi.

Superano la prima fase coloro che hanno pubblicato almeno tre lavori nel triennio di riferimento e, limitatamente agli ordinari e agli associati, coloro che hanno svolto almeno 90 ore di didattica frontale per ciascun anno.

Articolo 4

La valutazione si svolge in due fasi.

Superano la prima fase coloro che hanno pubblicato almeno tre lavori o una monografia nel triennio di riferimento e, limitatamente agli ordinari e agli associati, coloro che hanno svolto almeno 270 ore di didattica frontale nel triennio di riferimento.

Articolo 5

La seconda fase di selezione prevede la formazione di tre graduatorie per ciascuno degli anni 2011, 2012 e 2013, una per ciascuna fascia, compilata sulla base dei seguenti punteggi:

Attività didattica nel triennio

Per ordinari e associati:

– da 270 a 360 ore di didattica frontale: 1 punto;

– oltre 360 ore di didattica frontale: 2 punti;

 

– meno di 90 esami in insegnamenti di cui si è Presidente di Commissione di esame: 0 punti;

– da 90 a 225 esami in insegnamenti di cui si è Presidente di Commissione di esame: 0,5 punti;

– oltre 225 esami in insegnamenti di cui si è Presidente di Commissione di esame: 1 punto.

Per i ricercatori:

– meno di 120 ore di didattica frontale oppure meno di 150 ore di didattica integrativa: 0 punti;

– da 120 a 150 ore di attività didattica frontale oppure da 150 a 180 ore di didattica integrativa: 1 punto;

– più di 150 ore di attività didattica frontale oppure più di 150 ore di didattica integrativa: 2 punti;

– meno di 90 esami in insegnamenti di cui si è Presidente di Commissione di esame: 0 punti;

– da 90 a 225 esami in insegnamenti di cui si è Presidente di Commissione di esame: 0,5 punti;

– oltre 225 esami in insegnamenti di cui si è Presidente di Commissione di esame: 1 punto.

 

Attività di ricerca nel triennio

Per ordinari, associati e ricercatori:

4 prodotti di ricerca: 1 punto;

– 5 prodotti di ricerca: 2 punti;

– responsabile di unità locale di progetti internazionali o responsabile nazionale di progetti nazionali: 1 punto.

Nel caso di presentazione di più di 3 prodotti, se un prodotto di ricerca a più autori è scelto da più di un soggetto, verrà applicata al prodotto una decurtazione di 0,20 punti.

Attività gestionali e istituzionali (i punti non sono cumulabili)

Per ordinari e associati:

– Componente commissioni Dipartimento, Facoltà o Ateneo: 0,5 punti;

– Presidente di Corso di studi, direttore di Scuola di dottorato, coordinatore di Dottorato, vicedirettore di Dipartimento, vicepreside di Facoltà: 1 punto;

– Incarichi di Rettore, Prorettore, Componente Consiglio di Amministrazione, Componente Senato Accademico, Componente Nucleo di Valutazione, Componente Osservatorio della ricerca, Direttore di Dipartimento, Preside di Facoltà: 2 punti

 

Per i ricercatori:

– Incarichi connessi alla gestione di Ateneo, Facoltà, Dipartimento, CdS: 1 punto.

 

In caso di parità di punteggio tra più soggetti, prevale quello con la minor anzianità nel ruolo. In caso di ulteriore parità, prevale il più giovane di età.

L’incentivo sarà assegnato a coloro che hanno ottenuto il punteggio più alto per ogni fascia, fino al raggiungimento del 50% dei soggetti ammissibili.

Articolo 5

La seconda fase di selezione prevede la formazione di tre graduatorie per ciascuno degli anni 2011, 2012 e 2013, una per ciascuna fascia, compilata sulla base dei seguenti punteggi:

Attività didattica nel triennio

Per ordinari e associati:

– da 270 a 360 ore di didattica frontale non retribuita: 1 punto;

– oltre 360 ore di didattica frontale non retribuita: 1,5 punti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Attività di ricerca nel triennio

Per ordinari, associati e ricercatori:

3 prodotti di ricerca (oppure una monografia) e 1 ulteriore prodotto della ricerca: 1 punto;

– responsabile di unità locale di progetti internazionali o responsabile nazionale di progetti nazionali: 0,5 punti.

 

 

 

Attività gestionali e istituzionali (i punti non sono cumulabili)

Per ordinari e associati:

per incarichi di rilevanza generale di Ateneo o nelle singole strutture, purché non retribuiti, svolti per almeno 12 mesi (a titolo esemplificativo, Presidente Corso di laurea, Coordinatore di Dottorato, Vicedirettore di Dipartimento, Vicepreside di Facoltà): 1 punto.
Per i ricercatori:

– per incarichi di gestione in Ateneo, Facoltà, Dipartimento, CdS, purché non retribuiti, svolti per almeno 12 mesi: 1 punto.

In caso di parità di punteggio tra più soggetti, prevale quello con la minor anzianità nel ruolo. In caso di ulteriore parità, prevale il più giovane di età.

L’incentivo sarà assegnato a coloro che hanno ottenuto il punteggio più alto per ogni fascia, fino al raggiungimento del 50% dei soggetti ammissibili per il 2011 e del 60% per il 2012 e il 2013.

Annunci

Messo il tag:, , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: