Le torte in faccia di HackUnito

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Chiunque volesse inviare commenti può contattare l’autore al seguente indirizzo: hacklberry.finn1@gmail.com

Nelle comiche finali finisce sempre a torte in faccia e a qualunque età si ride, ancora oggi. HackUnito, vero incubatore dell’innovazione, è partito alla grande e le torte in faccia le ha tirate subito. A tutti. “Innova la torta” è stata la straordinaria iniziativa realizzata dai maghi della comunicazione dell’Ateneo torinese. La proposta, non c’è che dire, si colloca con forza all’interno del progetto culturale del nuovo rettore: indicare in quale modo e con quali strumenti tecnologici e pedagogici innovare le torte margherita, quelle al cioccolato o alle carote. E alla fine “…in palio un fantastico corso di cucina creativa organizzato da Città del Gusto di Torino in collaborazione con Gambero Rosso!!!!” Che poi uno ci mette tanto a spiegare agli studenti che i puntini di sospensione è meglio non usarli e che la retorica del punto esclamativo è per lo più imbarazzante. Vero deus ex machina dell’operazione è Germano Paini, che ci ha regalato un bellissimo, intenso e innovativo video (https://www.facebook.com/photo.php?v=10203483515957442&set=vb.1499825206&type=2&theater), nel quale l’assenza di scarpe è chiaramente un simbolico e affascinante riferimento ai carboni ardenti sui quali si dovrà immolare quando dovrà spiegare quanto costa l’operazione (quest’anno l’Ateneo investe 850 mila euro sull’”innovazione”, di cui 350 mila messi dal San Paolo: qualcuno mi dice quanti ne assorbe HackUnito?), e fino ad adesso peraltro i progetti presentati appaiono perlomeno discutibili (http://www.hackunito.it/projects/), dato che sono chiaramente il riflesso di problemi interni dell’Ateneo e di strutture che non si è capaci a far funzionare. Così il Confortometro – evito commenti sul nome – è la conseguenza di un CLE dove si vorrebbe realizzare un progetto di risparmio energetico: e invece spegnere le luci la sera? Oppure mi sfugge cosa ci sia di innovativo in un corto teatrale su Pietro Martinetti. O ancora: va bene che Informatica è stata mandata al Pier della Francesca, lontano da tutto il resto, ma acquisire nuovi spazi con un’Università torinese che paga un prezzo altissimo per la dissennata politica edilizia degli scorsi anni, sembra francamente troppo. E si potrebbe andare avanti. Però forse “Innova la torta” aveva un senso più profondo che non ho capito subito: la grande innovazione è passare dagli Spunti (altro meraviglioso contenitore di HackUnito: http://www.hackunito.it/idee) agli spuntini.

HACKleberry Finn

E qui un’antologia, a partire dal Magnifico, del progetto di comunicazione che potrei definire “Unito e Italia Uno!”:

https://www.youtube.com/watch?v=_jfxEv2kJdQ

https://www.youtube.com/watch?v=GMYWMIhJH88

https://www.facebook.com/photo.php?v=10151990395391771&set=vb.116305146770&type=2&theater

https://www.facebook.com/photo.php?v=10203483515957442&set=vb.1499825206&type=2&theater

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203392921572639&set=pb.1499825206.-2207520000.1397337454.&type=3&theater

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203392943293182&set=pb.1499825206.-2207520000.1397337454.&type=3&theater

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203397377564036&set=pb.1499825206.-2207520000.1397337454.&type=3&theater

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203421601369616&set=pb.1499825206.-2207520000.1397337454.&type=3&theater

Annunci

Messo il tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: