Resoconto informale della riunione del CdA del 20 dicembre 2013

La seduta inizia con la discussione della richiesta di trattenuta in servizio di cinque colleghi che, giunti all’età pensionabile, chiedono di rimanere in servizio fino a 72 anni. Questa parte non è trasmessa in streaming per questioni di privacy. Come sapete, una sentenza della Corte Costituzionale prevede che chi raggiunge i limiti di età pensionabile possa chiedere di rimanere in servizio. Questo però comporta un utilizzo di punti organico dalla dotazione annua pari al ruolo che essi ricoprono. In pratica per trattenere in servizio un PO occorre “spendere” un punto organico dalla dotazione annuale, per un PA 0,7 punti organico ecc. Così come accaduto per le richieste pervenute lo scorso anno, e non presentandosi in nessuno dei casi discussi il problema della “scomparsa” di un settore disciplinare dall’ateneo, il CdA ha respinto (come già fatto prima dal SA) tutte le richieste.

·         Inizia lo streaming e si discute di piano triennale dell’edilizia. Una specie di libro dei sogni visto che la maggior parte dei progetti (incluso Grugliasco) sono al momento privi di fondi e di finanziatori….

·         Il punto successivo riguarda il bilancio: chiudiamo bilancio 2013 senza che il Ministero ci abbia comunicato l’ammontare dell’FFO 2013… No comment… Più che la chiusura del bilancio sembra la Lotteria di Capodanno!!! Il senso di tutto ciò mi sfugge, ma mettiamo un numero e proseguiamo con il bilancio preventivo 2014. Alcuni punti rilevanti (date le vicende passate):

o   viene messa nel bilancio preventivo sotto la voce “contributi degli studenti” (ossia le tasse universitarie) con cifra minore dello scorso anno. Questa è una buona notizia perché, anche se il reddito delle famiglie dei nostri studenti dovesse ulteriormente diminuire (come accadde lo scorso anno), non sarà necessario trovare una copertura alternativa per il gettito previsto dal bilancio. Data la crisi, e la violenza con cui questa sta colpendo in particolare la nostra città, un valore prudenziale della contribuzione studentesca dovrebbe essere una tutela al diritto allo studio (almeno noi come università… visto ciò che accade con i fondi della Regione.. vedere più avanti nel resoconto!)

o   vengono messi a bilancio 2 milioni per pagare la didattica ricercatori, 200 mila euro in più del 2013. La dott.ssa Malatesta (dirigente al Bilancio) mi guarda…. Speriamo siano sufficienti a garantirci almeno 25 euro lordi l’ora per la didattica che stiamo facendo ora, visto che per il 2012 siamo scesi sotto la soglia minima garantita agli esterni per legge!!

·         La Commissione studenti, come sempre, porta master vari e assortiti. Viene discusso sulle procedure con cui devono avvenire i pagamenti da parte degli iscritti ai master. Tutte le tasse di iscrizione dovrebbero essere incassate dall’Ateneo e poi successivamente girate ad eventuali enti che si occupano della gestione e non il contrario (ossia che l’ente incassa e poi gira all’ateneo la parte di competenza). Questo perché, se tutto viene incassato come UniTo, aumentano le entrate e  ciò migliora gli indicatori finanziari in base ai quali vengono dati, per esempio, una parte dei punti organico. Non è chiarissima al situazione attuale di chi incassa nei vari master dati in gestione a enti esterni. Si richiede pertanto una ricognizione. Come sempre si discute di modificare il regolamento Master per rendere più dettagliata e informativa la parte che riguarda il piano finanziario: vogliamo capire meglio quanto vengono pagati i docenti, i direttori dei master e quanto ci guadagna o può guadagnare l’Ateneo.

·         Viene rimandata la decisione di attivazione di un corso on line di Economia Aziendale, in attesa di maggiori informazioni su come sarà strutturato il corso

·         Il Direttore Generale, dott.ssa Segreto, presenta la proposta di nuova organizzazione delle Direzioni. Accorpamenti, spostamenti di pezzi di competenze… La buona notizia è che si passa da 12 Dirigenti a 10… Una Dirigente, infatti, è andata in pensione  a fine anno e un Dirigente con contratto a tempo determinato non è stato rinnovato. La brutta è che la Direzione Ricerca viene e presa al momento ad interim dal Direttore Generale. Avrà tempo per occuparsene davvero?? Sarà poi compito del Direttore Generale nominare chi andrà a dirigere le varie direzioni. In Commissioni erano già stati fatti i nomi… L’impressione: un  balletto tra le sedie in cui non si capisce sulla base di quale criterio X sarà spostato dalla direzione Z alla direzione K e Y dalla K alla J… Erano tutti al posto sbagliato prima? O saranno tutti al posto sbagliato dopo?  mah…

·         Viene presentato il processo di valutazione delle performance del Direttore Generale e dei Dirigenti. Di fatto si acquisisce quanto proposto/richiesto dal Nucleo di valutazione. La parte più consistente, ossia gli indicatori delle performance, viene rimandata perché non c’è stato abbastanza tempo di discuterne nella Commissione Personale. Se ne parlerà a gennaio.

·         Vengono votati i membri della commissione che dovrà decidere come ripartire i soldi del premio una tantum (quello che sostituisce gli scatti di anzianità e che dovrebbe essere dato al 50% dei PO, al 50% dei PA e al 50% dei ricercatori). Per il CdA sono i presidenti della commissione Personale (cioè io) e della commissione Studenti (cioè Surano). Si auspica che il SA indichi i presidenti delle commissioni Organico (Scagliotti), Didattica (Pasini) e Ricerca (Caterina). Vedremo cosa accadrà.

·         Varie ed eventuali e comunicazioni varie (che erano in verità a inizio seduta!!)

o   io sollevo la questione del mancato pagamento delle didattica dei ricercatori dello scorso anno accademico per i colleghi che per varie ragioni non hanno compilato il registro del corso. Faccio notare che le risposte ricevute dai colleghi che hanno telefonato/scritto per aver informazioni sono scorrette perché non c’è scritto da nessuna parte che per essere pagati occorre compilare il registro né alcun organo ha deciso in tal senso. …e mentre intervengo, in diretta, arriva la mail chiarificatrice che avete ricevuto tutti… Un tempismo senza precedenti….

o   gli studenti sollevano la questione delle cariche della polizia nell’atrio di Palazzo Nuovo. Si conviene che la polizia dovrebbe intervenire solo in caso di grave pericolo, ossia per sedare scontri in atto. Io faccio notare che i video apparsi sui quotidiani on line dimostrano, al contrario, che al momento delle cariche non c’era nessuno scontro in atto nell’atrio di Palazzo Nuovo.

o   si discute anche delle identificazioni e delle denunce da parte della polizia ai presidi degli studenti davanti alla sede della Regione in difesa del diritto allo studio. E si finisce a parlare di fondi regionali per il diritto allo studio. Ma lo sapete che UniTo da sola versa alla regione 9 milioni di euro dalle tasse degli studenti per il Diritto allo Studio e la Regione ne spende SOLO 8 milioni per tutta la Regione per borse di studio e residenze???? Tenete conto che in Piemonte gli atenei che versano la quota alla Regione sono 4 (UniTo, PoliTo, Piemonte Orientale e Pollenzo). Non faremmo prima e meglio a gestire direttamente noi il diritto allo studio dei nostri studenti?? Bisognerà tener alta l’attenzione su questo e vedere che fare. Il CdA era decisamente scocciato da questo piccolo conto da cui emerge chiaramente che ci perdiamo…

o   Il Rettore fa presente che la distribuzione ai dipartimenti dei punti organico relativi alla seconda trance del piano straordinario associati non è ancora stata approvata in via definitiva dal SA e tanto meno dal CdA scorso. La questione era stata sollevata in Commissione Personale. Al momento sono stati solo assegnati i punti della prima trance alle Facoltà e che poi queste, prima di sparire, li avevano ripartito tra i dipartimenti. la ripartizione della seconda trance sarà fatta a gennaio. Su questo ritengo che il criterio non dovrà essere solo lo storico (pensionamenti, dimensione dei dipartimenti…), ma dovremmo anche considerare la numerosità dei ricercatori e degli abilitati nei vari dipartimenti. Peraltro la nostra commissione ombra aveva già elaborato un documento che occorre riprendere e riproporre sia in commissione Organico del SA sia in Commissione Personale del CdA. Lavoriamoci!

Silvia Pasqua

Annunci

Messo il tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: