Elezioni dei rappresentanti degli studenti prima dell’elezione del nuovo rettore? No, grazie.

3 dicembre 2012, Senato Studenti.

Elezioni dei rappresentanti degli studenti prima dell’elezione del nuovo rettore? No, grazie.

Per i rappresentanti di Obiettivo Studenti (alias Comunione e Liberazione) sono più importanti i tatticismi elettorali e i giochi di palazzo che il rinnovo delle rappresentanze studentesche negli organi di governo dell’ateneo.

Eppure la legge n.240/2010 parla chiaro…

E’ l’ennesima volta che in una seduta del Senato Studenti i giovani ciellini tentano di evadere una discussione fondamentale per la democrazia del nostro ateneo, arroccandosi dietro futili scuse e pretesti.

“Non capiamo quale sia l’urgenza di rinnovare la rappresentanza studentesca!”, sostengono i rappresentanti in carica da quasi 4 anni.

Mentre nel 2011, come Studenti Indipendenti, ci siamo dimessi per far sì che fossero rinnovati i rappresentanti in carica già da due anni (come stabilisce la legge e come da nostro impegno elettorale), Obiettivo Studenti non l’ha fatto. Oggi, forse per scarsa sensibilità democratica, quegli stessi rappresentanti non colgono la gravità del fatto che a decidere il nuovo rettore (che resterà in carica 7 anni) sia anche chi è stato eletto 4 anni fa, non più rappresentativo dell’attuale popolazione studentesca.

Da Comunione e Liberazione a Comunione e Occupazione (delle poltrone). Tutto regolare.

Studenti Indipendenti

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: